Aires
 


giovedì 27 luglio 2017


Il ministro dell'Economia al convegno sul fisco di Confcommercio: "I risultati ottenuti dal governo finora sono incoraggianti, ma resta molto da fare; dobbiamo approfittare della fase ciclica per una crescita strutturale e costante". "La Legge di bilancio sarà improntata sulla continua riduzione del deficit".

Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, è intervenuto al convegno di Confcommercio sul fisco dedicato quest'anno in particolare al tema dell'economia sommersa.  "La pressione fiscale va certamente ridotta - ha detto il ministro - ma oltre a questo bisogna spendere meglio i soldi e semplificare le procedure". I risultati ottenuti dal governo finora "sono incoraggianti, ma resta molto da fare; dobbiamo approfittare della fase ciclica per una crescita strutturale e costante". Il deficit si è ridotto, il debito stabilizzato, ora va posto sul sentiero di discesa, l'occupazione aumenta, non siamo soddisfatti per i giovani ma il mercato e' migliorato strutturalmente, i consumi delle famiglie sono aumentati". Padoan ha poi parlato della prossima Legge di Bilancio che "sarà improntata alla costante riduzione del deficit e ha aggiunto che bisogna passare da una stabilizzazione del debito a una sua riduzione, perchè la spesa per interessi non sottragga risorse". E sempre a proposito della Legge di Bilancio, Padoan ha sottolineato che "le misure di decontribuzione selettiva per il lavoro giovanile rappresentano una leva importante. Sono interventi che devono essere permanenti". Il ministro si è poi soffernato sul tema delle banche: "La gestione delle crisi bancarie è stato un punto di svolta. Ora ci aspettiamo dagli istituti di credito un aiuto alle imprese, in parallelo alla gestione efficiente delle sofferenze".   


www.confcommercio.it/-/padoan-ridurre-pressione-fisca-1