Aires
 


martedì 17 novembre 2015


Governo e maggioranza al lavoro per stabilire le misure a favore del Mezzogiorno: la soluzione più quotata è quella del credito d'imposta ad hoc per gli investimenti. Intanto da Bruxelles filtra la possibilità di un rinvio del giudizio della Commissione alla prossima primavera.

Governo e maggioranza sono ancora a lavoro per definire le misure per il Sud da attuare nella legge di Stabilità. Secondo quanto si apprende, potrebbe tramontare l'ipotesi di un mix di misure e alla fine la scelta potrebbe cadere su un solo intervento. La decisione è politica e sarà presa nelle prossime ore. La soluzione più quotata al momento risulta quella del credito d'imposta ad hoc per gli investimenti e si starebbe ragionando sulla soglia. Il vero nodo restano le coperture limitate che impedirebbero un intervento su più fronti. Si continua comunque a valutare anche la strada della decontribuzione per i neoassunti: due le ipotesi, o sgravi contributivi al 40% come per il resto del Paese ma su tre anni, o una maggiore defiscalizzazione ma solo per il 2016. Intanto si attende da Bruxelles la pubblicazione delle opinioni della Commissione  europea sulle leggi di bilancio : il giudizio dell'esecutivo Ue dovrebbe concludere che l'Italia si trova "a rischio" di non rispettare le regole del patto di  stabilità e che per tale motivo il giudizio definitivo della  Commissione sarà dato la prossima primavera.


www.confcommercio.it/-/legge-di-stabilita-si-cambia-su-casa-e-sud