Aires
 


lunedì 19 gennaio 2015

AIRES, Associazione Italiana Retailer Elettrodomestici Specializzati, organismo che riunisce le aziende e gruppi distributivi specializzati di elettrodomestici ed elettronica di consumo, comunica i dati di mercato dei “Technical Consumer Goods” relativi al mese di Dicembre e dell’intero anno 2014.

Con un complessivo +2,4% rispetto al 2013, l’anno appena trascorso si conferma incoraggiante per il settore. Il mese di Dicembre, con un +7,3%, fa chiudere il 2014 con un segno positivo, il quinto consecutivo su base mensile. 

Considerando i singoli comparti merceologici, i settori che nel 2014 sono risultati più in salute sono la Telefonia, carro trainante dell’intero comparto (+21,8%), e i Grandi Elettrodomestici (MDA), con un +3,7%. Buone performance anche per l’Entertainment (+1,0%) e per i Piccoli Elettrodomestici (SDA), che hanno registrato una crescita dell’1,2%. Tra i settori fortemente in calo, Fotografia e Home Comfort, rispettivamente a -22,3% e a -23,9% su base annua. L’IT non esce dal periodo di sofferenza, segnando un -4,1%, mentre il Consumer Electronics (dominato dai TV) si è fermato a un -1,5% nonostante un rialzo delle vendite nel periodo dei mondiali di calcio.

 

Vi sono alcuni segni negativi in questa classifica annuale, ma per dare una lettura corretta dei dati occorre tenere in conto che la fetta maggiore di fatturato proviene da settori che si sono rivelati in crescita nel 2014: Telefonia, Grandi Elettrodomestici e Piccoli Elettrodomestici. Altre voci importanti in termini di vendite sono stati il Consumer Electronics e l’IT, i cui risultati moderatamente negativi non hanno influito in modo decisivo sul giro di affari globale del settore, che passa dai 9.459 milioni di euro del 2013, ai 9.684 milioni del 2014.

La Telefonia è il comparto che, nel 2014, ha portato i maggiori introiti: 2.210 milioni di euro provengono infatti dalle sole vendite di smartphone, telefoni cellulari, telefoni domestici e accessori. 

Dichiara Alessandro Butali, Presidente di AIRES: 

”Dopo un Novembre e un Dicembre positivi per il settore, che rispettivamente hanno segnato +7,5% e +7,3%, adesso auspichiamo un consolidamento di questa tendenza nel 2015, restando sempre consapevoli delle difficoltà del Paese. Gli italiani si confermano essere un popolo di “navigatori mobili”: l’utilizzo di smartphone è ormai una tendenza consolidata, a discapito delle vendite di televisori e del settore IT in senso generale. Non dimentichiamo infine che questi dati si riferiscono unicamente alle insegne appartenenti ad AIRES, e non includono le performance della GDO. Stando alle nostre informazioni, il canale dei non specializzati non ha registrato percentuali altrettanto positive, segno che i Consumatori si vanno sempre più orientando verso i rivenditori specializzati di elettronica ed elettrodomestici. Il nostro settore infatti si è dimostrato capace di offrire ai Clienti prodotti sempre all’avanguardia, offerte speciali e servizi on-line totalmente affidabili, uniti alla riconosciuta professionalità e competenza dei nostri addetti”.